COMITATO DI QUARTIERE POASCO SORIGHERIO – VERBALE DI RIUNIONE – 2020/09/28

COMITATO DI QUARTIERE POASCO SORIGHERIO – VERBALE DI RIUNIONE – 2020/09/28

Sede in San Donato Milanese (MI)

Verbale n. 4/2020

L’anno 2020 il giorno 28 del mese di settembre alle ore 21.00, in San Donato Milanese, presso il parcheggio pubblico scuola a Poasco, si è tenuto il primo incontro pubblico del Comitato di Quartiere Poasco Sorigherio, per discutere e deliberare sul seguente

ordine del giorno

1. Punti affrontati nell’incontro con il Sindaco, e nello specifico:

  • Linea C2 : a seguito degli esiti del sondaggio e appurato il mancato utilizzo della linea, il comitato ha proposto l’implementazione, il piano orari, e il percorso della stessa. La giunta ha confermato di farsi carico di questa istanza.
  • Ex Blue’s Bar : la progettazione dello spazio e la scelta dell’impiego sono ferme a causa dell’emergenza covid.
  • Ambulatorio medico : il Sindaco afferma che per la prima metà del 2021 saranno disponibili i locali fianco ex blue’s bar per l’insediamento del nuovo ambulatorio medico
  • Sottopasso : il Comune conferma l’ultimazione dei lavori per l’inverno 2021.
  • Pista ciclabile : è stato segnalato lo stato di inagibilità del tratto Poasco-Chiaravalle, mentre la sistemazione e l’implementazione di quella verso San Donato sono state condotte parzialmente e altre azioni sono in programma.
  • Spaccio : l’attività delle forze dell’ordine ha dato esiti positivi. Il fenomeno si è ridotto in modo importante. Grazie a tutti i cittadini che si sono spesi per segnalare la situazione!
  • Recupero cava : l’area è privata. La riqualificazione è demandabile solo a interventi di iniziativa privata.
  • Campo da basket : il Comune è disponibile a incontrare i cittadini della zona interessata ed è aperto a valutare delle nuove proposte per risolvere il disagio, tra cui una presenza maggiore della polizia locale per verificare accessi e rispetto orari oltre alla limitazione della fascia di utilizzo dello stesso.
  • Schiamazzi delinquenza in tarda notte : la situazione non riguarda solo Poasco ma diversi quartieri della città. E’ possibile solo intervento dei carabinieri non della polizia locale.
  • Lavaggio strade : in primavera 2021 vi sarà il rinnovo dell’ appalto con l’utilizzo di mezzi con bracci meccanici che consentiranno la pulizia delle strade anche in presenza delle auto parcheggiate.
  • Urbanizzazione : probabilmente già a partire dalla primavera inizieranno i cantieri per la realizzazione delle residenze “S. Ilario”.

2. Varie ed eventuali.

Nel luogo e all’ora indicata risultano fisicamente presenti il Presidente del Comitato Guareschi Gaia, Cappellini Vittoria, Ardemagni Luciano, Agnesa Maurizio, Micalizzi Alessandra, Magnone Federico, Fabio Checchi.
Si passa quindi allo svolgimento del primo punto di cui all’ordine del giorno.
Prende la parola il Presidente del Comitato, Gaia Guareschi, che presenta il Comitato nel suo essere, ricorda agli intervenuti che il Comitato ha solo funzioni propositive e consultive e che è apolitico. Spiega la Presidente
che la riunione arriva con ritardo a causa del Covid , e con l’arrivo del freddo incontrarsi sarà più complicato, in quanto la sala polifunzionale ha una capienza massima di persone, e successivamente bisogna sanificarla.
Si propongono allora ai cittadini incontri in videoconferenza, ma la maggior parte non è d’accordo; il Comitato si impegna a richiedere all’Amministrazione la possibilità di provvedere alla sanificazione della ex sala polifunzionale quando fisserà gli incontri con la cittadinanza, durante i mesi freddi. Viene constatata una scarsa partecipazione all’incontro, e ne viene data colpa, oltre che al freddo, alla poca pubblicità dell’incontro.
Viene fatto presente che sono stati usati mezzi informatici quali sito internet del Comitato, gruppi Facebook, Whatsapp, oltre che volantino nei negozi principali di Poasco – bar, panettiere, parrucchiere, market – .

Viene comunque richiesta dai presenti una maggior comunicazione, chiedendo anche uno spazio sul giornalino SDM, come in passato. Il comitato si fa carico di avanzare questa richiesta all’Amministrazione.


Il Presidente passa la parola agli altri membri del Comitato, e ognuno fa una breve presentazione di se stesso agli intervenuti.

Riprende la parola il Presidente, per spiegare ai presenti l’incontro avvenuto con il Sindaco e alcuni membri della Giunta: l’Assessore Ginelli, l’Assessore Papetti, l’Assessore Battocchio. Si parte dunque analizzando
punto per punto l’ ordine del giorno.

Linea C2

nel precedente incontro del 24 febbraio con il Sindaco, appena prima del lock down, l’Assessore Ginelli ci aveva comunicato che la linea, cosi com’era, era dispendiosa per il Comune, in rapporto ai passaggi.
In una settimana di febbraio avevano registrato su 12 corse, 40 persone in andata e 32 al ritorno. In vista della nuovo riassetto delle linee, il Comitato aveva proposto un sondaggio alla cittadinanza, che è girato su Whatsapp nel mese di aprile, dal quale è emerso il bisogno dei cittadini che vi hanno aderito di un mezzo che colleghi Poasco ai principali punti di interesse di San Donato ( Posta, Comune, Ospedale ), e per necessità legato allo sport per quanto riguarda le famiglie, ma con fasce orarie differenti. In questo incontro abbiamo messo a conoscenza l’Amministrazione di queste esigenze, e l’Amministrazione ha confermato di farsi carico di questa istanza, anche se sarà difficile che l’Azienda dei trasporti rimoduli gli orari, in quanto tutte le linee di trasporto pubblico locale sono state inserite in un Piano Regionale dei trasporti, gestito centralmente per tenere conto delle innumerevoli esigenze dei cittadini.
Un appunto sulla navetta delle superiori: ad oggi non c’è alcun mezzo perché tra l’altro gli orari ufficiali delle scuole non sono ancora pervenuti al Comune, oltretutto sembrano essere troppo scaglionati gli ingressi, pertanto l’Amministrazione ipotizza di usare la C2, cambiandone magari gli orari. E’ stato chiesto al Comitato di fare da tramite con i genitori per la conoscenza degli orari, sui gruppi di facebook abbiamo pubblicato un post chiedendo di scriverci sulla mail del Comitato, ma ad oggi abbiamo ricevuto solo 8 risposte.
I cittadini esprimono forte disagio in merito al collegamento con San Donato Milanese e auspicano un incremento delle corse. Altrettanto forte disagio viene espresso da tutti i genitori con figli che frequentano le
scuole superiori, per l’impossibilità di raggiungere la scuola e tornare se non accompagnati in auto dai genitori, tale organizzazione è impensabile in una famiglia con genitori lavoratori entrambi, e il Comune è giusto che si
faccia carico. I genitori chiedono almeno un aiuto per la mattina.
Il Comitato prende nota di tutti gli orari, e si fa carico di inviare immediatamente una mail all’Amministrazione sollecitando il Comune a intervenire velocemente.

Ex blues bar

la progettazione dello spazio e la scelta dell’impiego sono ferme a causa dell’emergenza covid.
Sempre nel precedente incontro del 24 febbraio, il Sindaco ci aveva ricordato la provenienza dei locali: sono figli della confisca Molluso del 2015, e come tali devono avere una finalità sociale; anche commerciale ma
reinvestendo gli utili nel progetto. In questo incontro il Sindaco ci ha comunicato che il finanziamento richiesto per la ristrutturazione, gravosa per il comune, non è passato, e che in questo momento tutto è bloccato causa COVID. Ci riserviamo dunque di trattare più approfonditamente l’argomento in futuro, quando saremo fuori dall’emergenza.
I cittadini comunque rinnovano quanto emerso dal sondaggio, cioè la volontà di avere servizi medico ambulatoriali, o servizi di vendita al dettaglio, citando Don Chino.

Ambulatorio medico

il Sindaco afferma che per la prima metà del 2021 saranno disponibili i locali fianco ex Blue’s bar per l’insediamento del nuovo ambulatorio medico. I locali sono di proprietà del Comune, pertanto si procederà a ristrutturazione, affidando il progetto a un professionista. Per quanto riguarda un secondo medico a Poasco, già nella precedente riunione il Sindaco ci aveva comunicato che questa è una cosa che dipende da
ATS: è aumentata la soglia dei pazienti per medico, adulti da 1.200 a 1.800 e i bambini da 800 a 1.200; in questo Poasco non è attrattivo, perché ATS nella distribuzione dei medici guarda i confini amministrativi.
I cittadini a gran voce lamentano l’inadeguatezza dello studio della Dottoressa Plutino, per le condizioni in cui versa l’immobile. E richiede che l’Amministrazione faccia un minimo di interventi per rendere più agibile
possibile il luogo, in attesa del nuovo studio. Altresì riferiscono che a breve la dottoressa Plutino andrà in pensione e a Poasco non ci sarà più alcun medico, e questa è una situazione disastrosa per i numerosi anziani
residenti; suggeriscono di chiedere all’Amministrazione un affitto calmierato o addirittura in forma gratuita, in modo da rendere appetibile Poasco per i medici. Lo stesso disagio viene manifestato per la mancanza di un pediatra, quantomeno a giorni alterni; il Presidente spiega che purtroppo è la medesima condizione del medico di famiglia.
Il Comitato si fa carico di richiedere all’amministrazione di effettuare almeno gli interventi indispensabili nell’attuale studio della Dott.ssa Plutino, in vista anche dell’arrivo della stagione invernale.

Sottopasso

il Comune conferma l’ultimazione dei lavori per l’inverno 2021. Nello specifico, queste le tempistiche comunicateci dal Sindaco: a fine settembre, con la fine della conferenza dei servizi, si avrà il parere di tutti. A seguire, per ottobre si partirà con il progetto, che diventerà esecutivo nel 2021: la gara si prevede di farla i primi mesi del 2021, mentre per i lavori si calcolano 5 o sei mesi. Porterà via tempo il problema di eventuali ritrovamenti di ordigni bellici vicino alla ferrovia e il sistema dei corsi d’acqua. CAPConsorzio Acqua Potabile – ha chiesto un ulteriore indagine per la falda.
I cittadini hanno espresso la preoccupazione della pericolosità della futura viabilità, a causa della velocità che i veicoli potranno avere un domani senza l’inevitabile rallentamento che impone oggi il sottopasso.
I cittadini richiedono a gran voce la richiesta di una rotonda che possa cosi da una parte imporre la regolazione della velocità e dall’altra regolare l’immissione dei veicoli da via Schuster e Via delle Cascine. In caso di
budget limitato, quantomeno inserire transenne come ai palazzi dell’Eni; suggeriscono di considerare di inserire questo progetto tra gli oneri di urbanizzazione della Sant’Ilario.
I presenti richiedono di poter visionare il progetto.
Il Comitato si fa carico di inoltrare all’Amministrazione tutte le richieste dei cittadini .

Pista ciclabile

è stato segnalato lo stato di inagibilità del tratto Poasco-Chiaravalle, per la presenza di grate in legno ormai marcie. Mentre la sistemazione e l’implementazione di quella verso San Donato sono state condotte parzialmente.
I cittadini confermano l’impossibilità di usufruire di piste ciclabili in quanto inadeguate, e richiedono un intervento risolutivo .

Spaccio

nel mese di agosto la comunità di Poasco è stata al centro dell’attenzione per l’attività di spaccio segnalata da alcuni cittadini sui social, che ha catturato l’attenzione e ha visto coinvolti un po tutti: giornali, forze politiche, amministrazione, forze dell’ordine, carabinieri. Durante l’incontro con il Sindaco il Comitato ha chiesto al Sindaco di relazionare in merito: Il sindaco, anche a seguito della comunicazione del Prefetto di
Milano, conferma che il fenomeno non è radicato come in quel di Rogoredo, l’attività della polizia locale e dei carabinieri ha dato esiti positivi. Il fenomeno si è ridotto in modo importante, gli ultimi report di settembre
confermano solo poche zone isolate e di notte. l’attività di monitoraggio del territorio continuerà fino a quando il fenomeno sarà presente.
Il Comitato ringrazia tutti i cittadini che si sono spesi per segnalare la situazione e chiede loro di continuare a segnalare.

Recupero cava

non è stato affrontato l’argomento.

Campo da basket

durante la riunione con il Sindaco abbiamo nuovamente fatto presente il disagio che continuamente da anni manifestano i cittadini di Via Don Milani per il campo da basket. Sindaco e Assessori,
nonostante si siano resi disponibili ad un eventuale nuovo incontro con i cittadini, convengono che occorra una mediazione con il Comitato di Quartiere per la ricerca di proposte migliorative. Il Comitato ha subito
proposto intanto una modifica degli orari di accesso, una presenza maggiore della polizia locale, e la possibilità che la polizia locale applichi multe a chi non rispetta gli orari, che potrebbe essere un ottimo deterrente. Il Comitato si è riservato di parlare con i cittadini per avanzare poi le loro richieste.
I rappresentanti del “gruppo campo da basket” presenti, dichiarano a nome di tutti di essere disinteressati a proposte alternative e continuano a chiedere espressamente a gran voce lo spostamento del campo da
basket, in area idonea non vicina ad altre abitazioni, e questa per loro è l’unica via percorribile.
Qualcuno, non coinvolto in prima persona, ipotizza un nuovo campo da basket in Don Milani, tra le costruzioni prossime della coop. Sant’Ilario.
Il Comitato propone di cercare un compromesso con l’Amministrazione comunale.
Si concorda di fare un incontro con una rappresentanza dei cittadini direttamente coinvolti.

Schiamazzi delinquenza in tarda notte

anche in relazione al punto precedente, cioè il campo da basket,
durante la riunione con il Sindaco il Comitato ha ribadito la situazione difficoltosa. E‘ stata constatata la presenza di giovani che arrivano anche da Milano/Rogoredo, quindi non residenti, che restano in loco con comportamenti poco educati, fino a orari improponibili per un centro abitato anche da persone con patologie gravi. L’amministrazione ha risposto che la situazione non riguarda solo Poasco ma diversi quartieri della città.
E’ possibile solo intervento dei carabinieri non della polizia locale. Quest’ultima opera su due turni serali fino a mezzanotte.

Lavaggio strade

in merito a questo punto, l’Amministrazione informa che in primavera 2021 vi sarà il rinnovo dell’ appalto con l’utilizzo di mezzi con bracci meccanici che consentiranno la pulizia delle strade anche in presenza delle auto parcheggiate. L’Assessore Papetti spiega che funzionerà come a San Donato Milanese, tre volte in presenza e una volta al mese senza auto.
I cittadini manifestano il timore che, cosi facendo, si possano intasare maggiormente i tombini di scolo delle acque piovane e lamentano di non vedere più interventi.
Il Comitato si fa carico di chiedere informazioni all’Amministrazione Comunale circa gli interventi di manutenzione e la loro programmazione.

Urbanizzazione

durante l’incontro il sindaco ha colto l’occasione per informarci che probabilmente già a partire dalla primavera inizieranno i cantieri per la realizzazione delle residenze “S. Ilario” in via Don Milani. La
società costruttrice è la Sant’Ilario. La Cappellini ricorda che nel 2008 la Cooperativa aveva presentato il progetto per costruire proprio in Via Don Milani prima una RSA, poi un edificio in edilizia convenzionata, non
andato a buon fine. Pertanto, abbiamo inviato una mail al Sindaco dove si chiede copia del progetto attuale, per capire se è edilizia privata o pubblica , l’eventuale % di convenzione e a chi è rivolta. Il Sindaco proprio ieri
ha dato risposta, informandoci che trattasi di due palazzine , 4 villette e altre 4 palazzine da tre piani.
L’intervento è già stato adottato in giunta, in quanto, comunica il Sindaco, in linea con il PGT vigente, evidenziando anche che gran parte dell’area rimane verde a beneficio degli abitanti. Non ci ha comunicato nulla invece riguardo la possibilità che parte sia edilizia convenzionata.
I cittadini richiedono in tempi stretti – di visionare il progetto, – di sapere se trattasi di edilizia convenzionata, anche in parte, e la percentuale, – e nel caso di edilizia convenzionata, – di visionare la convenzione. Altresi richiede all’Amministrazione dettagli sugli oneri di urbanizzazione.
Il Comitato si fa carico di portare avanti tutte le richieste avanzate dei cittadini, dando loro informazioni non appena raccolte.

Varie ed eventuali

SOTTOPASSO PEDONALE : nel caso in cui venisse accolta l’istanza di realizzazione della fermata ferroviaria Poasco-Sesto, i cittadini richiedono disegni , progetti, e ogni qualsivoglia circa l’eventuale riqualificazione del
sottopasso pedonale.


CASA DELL’ACQUA : i cittadini richiedono quando sarà installata la casa dell’acqua. Si indica come luogo ideale il piazzale del parcheggio lato scuola, vicino al bidone giallo per la raccolta dei vestiti, in quanto essendo
in centro paese, risulta comodo da raggiungere a piedi e in auto c’è il parcheggio.


DOG STATION : i cittadini richiedono l’installazione di colonnine/dispenser di sacchetti e palette per la raccolta delle deiezioni dei cani lungo i percorsi pedonali attigui al verde.

Anche in questo caso il Comitato si fa carico di avanzare in Amministrazione tutte le richieste dei cittadini.
Dopo di che null’altro essendovi a deliberare, e nessun altro chiedendo la parola, il Comitato ringrazia tutti gli intervenuti impegnandosi a un nuovo incontro non appena l’Amministrazione avrà dato, anche se non tutte, le
risposte in merito ai punti trattati.

Il verbale sarà pubblicizzato sul sito internet del Comitato, sui gruppi Facebook, tramite Whatsapp, e in forma cartacea distribuendo qualche copia nei principali bar/negozi di riferimento a Poasco.

La seduta è tolta alle ore 24,00, previa lettura e unanime approvazione del presente verbale.

Il PresidenteIl Segretario
Gaia GuareschiVittoria Cappellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *